Il mito del PageRank - Blog - Marketing digitale | ConsulTeam Promo Lab - Strategie per il tuo business

Vai ai contenuti

Menu principale:

Il mito del PageRank

Pubblicato da in SEO ·
Tags: pagerankwebmarketingseolinkbuilding
Molti si chiedono come poter migliorare il loro PageRank. Sappiamo quanto sia importante questa metrica per il vostro business: potenziali inserzionisti, investitori e partner cercheranno il vostro PageRank per valutare il valore della vostra azienda. Anche se il PageRank non è l’unico elemento da prendere in considerazione quando si parla di strategie di web marketing, certamente i miglioramenti nel punteggio possono avere un grande impatto economico sul vostro business.

Per chi non conosce o non ha familiarità con il PageRank, si tratta di una singola metrica che fornisce un rapido riepilogo delle prestazioni di un sito rispetto a tutti gli altri siti sul web. Concentrarsi su questa metrica significa poter massimizzare il valore e la visibilità della vostra attività. La qualità del vostro sito sul web è racchiusa nel PageRank.

Ma prima di tuffarci nell’universo delle tecniche utilizzate per migliorare il PageRank, dobbiamo fare un passo indietro per vedere la composizione del PageRank in modo da capire come migliorarlo.

Cos’è il PageRank?
È una stima di quanto sia popolare il vostro sito rispetto a tutti gli altri siti. Il PageRank risponde alla domanda: “Rispetto a tutti gli altri siti, come sta andando il mio sito?” Si noti che, poiché il punteggio attribuito è una misura relativa, il rank di un sito non dipende solo dal traffico di quel sito, ma anche dalle modifiche di traffico avute dagli altri siti.

Come i motori di ricerca ottengono i dati?
Di solito, i motori di ricerca hanno un grande data panel relativo al traffico sul web, composto da milioni di persone in tutto il mondo. Sulla base dei dati provenienti da questo campione, essi stimano il numero di visitatori di tutti i siti su Internet. Si tratta di un calcolo complesso che cerca anche di individuare e scartare il falso traffico o lo spam. I tecnici specialisti dei più importanti motori di ricerca al mondo sono i migliori del settore e assicurano un’elevata qualità dei dati.

Come viene calcolato il PageRank?
Ogni giorno, i motori di ricerca stimano la media dei visitatori giornalieri e delle pagine visualizzate per ogni sito negli ultimi tre mesi. Il sito con la più alta combinazione di visitatori e pagine viste negli ultimi tre mesi è alla posizione # 1. Il sito con il minimo è classificato in qualche altra posizione fra i circa 30 milioni di risultati. Se nessuno dei componenti del panel ha visitato un sito negli ultimi tre mesi, per quel sito non ci sarà un rank.

In che modo il numero di visitatori di un sito influenza il PageRank?
Se si misura su un asse il numero di visitatori di un sito e sull’altro asse il rank si avrà una distribuzione di frequenza come quella mostrata nel seguente grafico

Alexa Rank per numero di visitatori

In alto, nel grafico c’è Google.com, che ottiene un enorme numero di visitatori ed è classificato # 1. I siti come Google.com, in "testa" alla classifica, ottengono una quantità enorme di traffico rispetto ai siti all'estremità opposta, sulla cosiddetta "coda lunga". La cosa importante da notare è che a causa della forma della distribuzione, una piccola variazione del numero di visitatori di un sito sulla coda lunga si traduce in un grande cambiamento nel rank.

Long Tail Site

Tuttavia, più ci si avvicina alla “testa” del grafico, più visitatori occorrono per avere miglioramenti del rank: c'è una grande differenza di traffico fra un sito classificato 10 e un sito classificato 200.
 
Come si incrementa il PageRank?
Per ottenere un PageRank più preciso è possibile certificare la metrica del vostro sito, per esempio di Alexa (attività a pagamento). I siti certificati hanno le loro metriche direttamente misurate da Alexa invece di essere stimati sulla base delle informazioni tratte dal panel di osservazione. È ovvio che la certificazione delle metriche del sito fornisce un rank più accurato, ma non necessariamente un rank migliore!

Quindi, come si fa a migliorare il PageRank?
Ci sono diverse tecniche che contribuiranno a migliorarlo. Vediamo alcune.

1) Produrre contenuti originali e utili per gli utenti, aggiornati di frequente che forniscano un reale valore aggiunto ai visitatori. Contenuti di scarsa utilità, non pertinenti o, peggio, scritti male o sgrammaticati, non creeranno un rapporto di fiducia e di interscambio con i visitatori e, quindi, non fidelizzeranno gli utenti. Quando i lettori trovano risorse preziose ed utili e contenuti altamente informativi, si sentono coinvolti e sono portati a condividere le informazioni del sito visitato con amici e conoscenti, portando su di esso nuovi visitatori che potrebbero essere dei nuovi potenziali Clienti. I contenuti di qualità vengono anche premiati dai motori di ricerca come Google, che si sta attivando affinché l'utente finale riceva informazioni utili e veloci dal suo motore di ricerca.

2) Avere link da siti web correlati al tuo. Altrimenti noto come link in entrata, questa tattica aiuta i motori di ricerca a definire chiaramente la vostra nicchia di mercato e il settore di appartenenza della vostra azienda e aumenta anche l’affidabilità e la qualità del tuo sito. In altre parole, link in entrata autorevoli (da siti che stanno ottenendo buoni risultati) danno credibilità al vostro sito. 
Questa tattica deve essere supportata da contenuti originali e coinvolgenti, altrimenti.... perché portare visitatori potenzialmente interessati ai prodotti/servizi della vostra azienda se poi i contenuti del sito non sono interessanti?

I collegamenti interni, invece, sono i link che portano da una pagina del vostro sito ad un’altra. Questi sono utili perché guidano i visitatori all’interno del vostro sito web lungo un percorso di navigazione semplice e logico, tenendoli impegnati con contenuti pertinenti e correlati. 
Questi collegamenti contribuiscono a creare i cosidetti site link, che sono i sub-link che appaiono in un motore di ricerca subito sotto il link della pagina principale. Ma ancora una volta, la creazione di contenuti di alto livello va di pari passo con qualsiasi strategia di site link: occorre assicurarsi che il contenuto sia pertinente e di valore per i visitatori.

Sia i collegamenti in entrata che quelli interni aiutano i motori di ricerca a capire il contenuto del vostro sito e a determinare quanto sia importante per gli utenti. Ecco perché è fondamentale per la vostra strategia online utilizzare i collegamenti appropriati. Una linking building eccessiva può ridurre la credibilità o la leggibilità del sito e può essere penalizzata dai motori di ricerca.

3) Trovare le parole chiave rilevanti. Occorre analizzate le parole chiave che portano traffico ai siti dei vostri concorrenti e ottimizzare il vostro sito, oppure si possono attivare le campagne PPC per tali parole chiave. SEO tattica delle 5 dita
Facendo una ricerca sulle parole chiave è possibile capire che cosa il vostro target sta cercando e come lo cerca. In un certo senso, ricercare le parole chiave è come imparare a parlare la lingua dei vostri Clienti, individuando i loro bisogni e desideri. Secondo una famosa agenzia americana, per scegliere le parole chiave più adeguate al vostro sito basterà seguire la tecnica delle "cinque dita della mano" per una strategia di posizionamento delle parole chiave.

4) Comprendere la strategia di marketing dei vostri concorrenti e concentrarsi su ciò che funziona. Ci sono diversi motivi per analizzare i vostri competitors, ma nessuna analisi delle concorrenza prende in considerazione il sito web. Invece, avendo una più chiara comprensione dell’importanza delle metriche e delle strategie su cui lavorare, è possibile identificare e anticipare le tendenze del settore. Si tratta di un punto di vista nuovo con cui leggere la strategia globale della vostra azienda per prendere decisioni di business più consapevoli che influenzeranno positivamente il vostro posizionamento sul mercato.

5) Seguire le migliori pratiche SEO per il vostro sito web. SEO è una strategia molto importante che merita una notevole quantità di tempo e attenzione. Ma SEO non significa solo migliorare la promozione e la visibilità del tuo sito web. Si tratta anche di rendere il sito attraente e capace di diventare un mezzo di comunicazione tra la vostra azienda e i vostri Clienti, allo scopo di creare una relazione tra questi e il vostro brand. Senza una buona user experience le probabilità di mantenere fedeli i Clienti o di generare conversioni diminuiscono.

Grazie di aver letto il nostro articolo fino alla fine. Se vi è piaciuto e lo avete trovato interessante condividetelo sui social con i vostri amici e colleghi!

E se volete ricevere ulteriori informazioni su come migliorare il posizionamento sui motori di ricerca, usabilty, prestazioni, back link e altro ancora, contattateci per una consulenza cliccando su “Contact Us”.




Copyright 2015. All rights reserved.
Torna ai contenuti | Torna al menu